Con che frequenza posso fare il bagno al cane? Quando posso lavare il cucciolo?

86 / 100 SEO Score

Con che frequenza posso fare il bagno al cane? Quando posso lavare il cucciolo?

lavare il cane

Quando posso lavare il cucciolo senza provocare danni alla sua salute? Ogni quanto posso fare il bagno al mio cane? è dannoso per la sua salute? Ogni quanto posso portarlo dal Toelettatore?

“Finalmente il giorno tanto atteso è arrivato, oggi entra nella nostra famiglia un nuovo membro… a 4 zampe”.

Hai un nuovo arrivo in famiglia? Sono sicuro che è un evento emozionante e bellissimo, ma oltre ad essere contentissimo di ciò, dovresti essere cosciente che da oggi, in poi, il tuo compagno Fido dipenderà in tutto e per tutto da te, e sta pertanto a te prendersi cura dei suoi bisogni e della sua salute.

è normalissimo che ti poni mille domande, soprattutto se è il tuo primo cane, oggi sono qui a risponderti ad alcune domande tipo  quando si può lavare il cucciolo di tre mesi? È necessario che sia in regola con i vaccini per affrontare il primo bagnetto? Come impedire che l’acqua lo spaventi? Ogni quanto posso fare il bagno al cane e qual è il miglior shampoo che possiamo usare?

Sicuramente per te portare per la prima volta il tuo cucciolo in Toelettatura è come se stessi portando il tuo bambino il primo giorno di scuola, VERO? Bene, il toelettatore, competente, saprà sicuramente scioglierti molti dubbi, primo su tutti Quando si può lavare il cucciolo appena arrivato?

Io consiglio di aspettare almeno una settimana o dieci giorni dal richiamo (questo non esclude che, con le giuste precauzioni, si può fare il bagnato anche prima) Dopodiché, si può procedere al bagnetto. Si può lavare il cucciolo d’inverno come d’estate, non fa differenza. L’importante è tenerlo al caldo e, Anche se il cane non può prendere l’influenza o il raffreddore come gli umani, Cosa molto importante è asciugare bene il cucciolo – questa regola vale anche per i cani adulti.

Lavare il cucciolo senza spaventarlo, come faccio?

Al contrario dei gatti, che tendenzialmente mostrano non amano l’acqua, i cuccioli di cane sono molto curiosi. Inoltre l’allevatore potrebbe (e dovrebbe!) aver già abituato il nostro cucciolo a essere lavato. L’acqua, quindi, non rappresenterà probabilmente una fonte di paura o stress.

è possibile lavare il cucciolo a partire dai due mesi. così facendo permettiamo loro di abituarsi a conoscere l’acqua, in un periodo molto sensibile per lo sviluppo psicofisico.  Molti allevatori scrupolosi, suggeriscono di non separare il cucciolo dai fratelli per almeno tre mesi dalla nascita. Sicuramente, in questo periodo, se la cucciolata è stata seguita attentamentee con pazienza, e se l’allevatore ha trascorso molto tempo con i suoi cani, il cucciolo avrà già fatto l’esperienza del primo bagnetto. L’allevatore di solito insegna al piccolo a bagnarsi solo le zampine; poi gli fa fare conoscenza con l’acqua, gradualmente e senza spaventarlo.

Sicuramente, però, per il cucciolo andare in una toelettatura a fare il bagno, eseguito da un professionista in un centro specializzato, è un esperienza molto diversa. Per questo consiglio di abituare, subito dopo aver terminato il ciclo vaccinale, il piccolo in toelettatura. Abituarlo quindi a rumori nuovi, come Phon e soffiatori, allo scroscio dell’acqua, perché? perché così facendo “insegnamo”, per le volte seguenti, al cane che il bagnetto in toelettatura non è un momento di stress o tortura, ma deve diventare un momento di divertimento.

Lasciate girovagare il cucciolo in toelettatura, dategli un biscottino al termine del bagnetto, In questo modo, quando tornerete in toelettatura per lavare il cucciolo, il vostro Fido si sentirà tranquillo e a suo agio in un ambiente che gli è conosciuto.

La domanda che molti proprietari si pongono è ogni quanto posso lavare il cucciolo? ogni quanto posso portare il cane in toelettatura? c’è un limite massimo prima che il pelo si danneggi? Lavare il cucciolo troppo spesso potrebbe procurare danni alla sua salute?

Asian Style POODLE

Quando è necessario lavare il cane?

Mantenere una corretta igiene al manto e alla cute del nostro cane sicuramente non fa altro che giovare alla loro salute! Il toelettatore saprà consigliarti un buon shampoo per cani professionale, che li liberi dalla sporcizia che si trascinano girando tra parchi e giardini. In alcuni casi, come la presenza di pulci, sarà inoltre necessario un bagno antiparassitario “d’emergenza”; le pulci (maledette!) infatti depongono molte uova e un’infestazione di questi parassiti va immediatamente arginata, in quanto potrebbero provocare dei problemi come ad esempio una dermatite.


Oppure potrebbe capitare che il cane abbia la felicissima idea di rotolarsi in una pozzanghera, anche qui, se non possiamo farlo da noi, conviene andare a fare un bel bagnato in toelettatura.

Se però non si verificano situazioni di “emergenza” come descritto in precedenza, ogni quanto lavarlo?
Non esiste una regola precisa che ci dice la frequenza con cui lavare il cane. I proprietari di cani di piccola taglia spesso temono perfino che “troppi lavaggi possano far ammalare” i loro cuccioli. Questa leggenda metropolitana è falsissima. Il cane è infatti immune alle patologie da raffreddamento e, se ben asciugato come consigliato in precedenza, dopo il bagno sarà sano come un pesce!

Proprio come noi non ci laviamo solo quando siamo sporchi anche loro è bene lavarli con regolarità. Infatti, i nostri cani sono in continuo contatto con polveri sottili e smog che vengono intrappolate e conservate dal loro pelo, precisando che le polveri sottili, si concentrano proprio sulla loro altezza.

Indicativamente i cani possono essere lavati ogni settimana, io, non ho mai visto un cane che lavato settimanalmente abbia problemi provenienti da questi frequenti lavaggi. L’importante è utilizzare prodotti professionali e che rispettino il pH della loro pelle. Diciamo che, in generale, un cane che vive in casa, senza particolari occasioni di sporcarsi necessita di essere lavato ogni 25\30 giorni.

E i cani a pelo lungo?

Naturalmente, se abbiamo un cane a pelo lungo o medio\lungo, conviene aumentare la frequenza dei bagni. Vediamo perchè…

lavaggio cane a pelo lungo

Il pelo lungo, oltre a trattenere maggiormente smog e polveri sottili, è il nascondiglio ideale per parassiti e, in questi mesi, dei forasacchi che si camuffano in mezzo al pelo fino a penetrare nella pelle e forare i tessuti. [vedi articolo per scoprire i ricci per la salute provocati dai forasacchi].

Un altro rischio è che il pelo lungo nasconda dermatiti, irritazioni della cute, arrossamenti, ecc.., in questi casi il toelettatore professionista durante il lavaggio noterà subito delle anomalie da riferire al cliente e poter intervenire tempestivamente.

Quindi, Se abbiamo un cane a pelo lungo, portarlo regolarmente dal toelettatore ci aiuterà a monitorare le sue condizioni di salute. Il pelo lungo va inoltre curato, per permettere alla pelle di respirare e per evitare interventi drastici da parte del toelettatore come rasature a pelle.

Iscriviti alla newsletter per rimanere aggiornato!

Questo articolo ha un commento

Rispondi