Lavare il cane con Aceto di Mele

Lavare il cane con Aceto di Mele

88 / 100 SEO Score

Serve a Qualcosa?

lavare il cane aceto di mele

Probabilmente avrete tutti sentito dire da qualche conoscente, o da altri proprietari di cani, o dal cugino tuttofare, che per rendere luminoso il pelo e lavare il cane niente è meglio che un bel bagno con acqua e aceto di mele. Una volta questa credenza era molto diffusa, soprattutto tra i proprietari di una certa età.

Come molte “leggende metropolitane” cinofile, tuttavia, c’è ancora chi è convinto che l’aceto sia un ottimo rimedio per il pelo e la pulizia del cane.

L’aceto (soprattutto l’ aceto di mele) è stato per lungo tempo considerato un ottimo rimedio dai molteplici usi. Per esempio, non c’è dubbio che rappresenti un potente antisettico naturale. E’ particolarmente indicato per combattere batteri e funghi che trovano riparo sulla pelle.

Ma l’aceto ha anche molte altre proprietà. Per esempio, può essere utilizzato per pulire le superfici della casa, queste sì! In particolare quelle ritenute piuttosto “toste”, come per esempio i rubinetti, dal momento che non intacca i metalli facendoli arrugginire. Inoltre è ottimo per la pulizia degli specchi; la sua azione tiene lontani insetti molesti come mosche e formiche.

Quindi, anche se come detergente per la casa l’aceto funziona un po’ su tutto, unito alle sue proprietà antibatteriche, ha fatto sì che si diffondesse la credenza di poterlo davvero usare per lavare qualsiasi cosa.  Quindi non ci sorprende che molti proprietari, purtroppo non solo i proprietari ma anche gente che lavora nel mondo della cinofilia, siano convinti ancora oggi di poter lavare il cane con un panno imbevuto di acqua e aceto, Mi raccomando che si di mele pero!

Peccato che per l’igiene del cane, questo non serva a … NIENTE!

Quindi:

  • L’acqua e Aceto NON SERVE per lavare il cane o il Gatto;
  • se il nostro animale ha una cute molto delicata, a lungo andare potremmo procurare dermatiti e\o irritazioni;
  • Ph del cane = 7 – Ph dell’aceto = 2 nettamente l’OPPOSTO rispetto a quello del nostro cane
  • Non allontana pulci e zecche;
  • Potrebbe, se piace, coprire solo l’odore

La pratica del lavare il cane con l’aceto di mele è dovuta, in parte, ad un’altra leggenda metropolitana: “il cane va lavato il meno possibile per non togliergli la  sua protezione naturale”.

Qual è questa famosa protezione?

Le risposte sono tante, ma la più bella e fantasiosa è  “il pelo idrorepellente!”.

Aceto di Mele

La verità è che anche il cane ha il sebo, cioè quello strato di grasso sulla pelle, prodotto dalle ghiandole sebacee: come succede anche a noi, non è peccare in igiene che ci fa morire, nè che distrugge il sebo.

Piuttosto l’uso di prodotti troppo aggressivi, scadenti o con un PH DIVERSO,  può originare dermatiti, prurito, forfora e altri fastidi. È vero che nel cane appena lavato  il sebo diminuisce, ma il tempo necessario a ricostruire il giusto equilibrio è 2 giorni!

Questo è il motivo per cui le case produttrici di antiparassitari scrivono di utilizzarli 2 giorni prima o dopo il bagnetto.

Vi suggerisco, da Toelettatore, l’occorrente per curare l’igiene del cane o del gatto!

L’occorrente per prendersi cura dell’igiene del cane o del gatto a casa è:

IMPORTANTE!

Sciacquare e Asciugare BENE il pelo e la cute del cane, per evitare futuri problemi.

In razze a pelo lungo (maltesi, barboni, ecc) se il pelo rimane umido si facilita la formazione di nodi che, se non spazzolati in tempo, si trasformeranno in feltri e matasse.

lavare il cane

Testimonianza di una Veterinaria in un post in cui si parlava dell’aceto di mele per l’igiene del cane.

Buon Appetito a Tutti!

aceto di mele

Rispondi